Orario d'apertura

clicca sui giorni per vedere gli orari

giu 2024

LMMGVSD
27
28
29
30
31
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 

Apertura di turno

 

Chiuso

 

Continuato

 

Feriale

 

Festivo

 

Ridotto

 
 
Raccomandazione sugli antibiotici

Raccomandazione sugli antibiotici

26 maggio 2011Pur avendo sentito parlare del fenomeno della resistenza agli antibiotici, gli Italiani fanno poco o nulla per prevenirlo.

Armadietto dei medicinali, che disastro!
 
 

 

Dai dati di una ricerca dell'Istituto superiore di sanità, condotta su un campione di 2.200 persone, emerge che molti (43%) usano erroneamente gli antibiotici per curare influenza, tosse o raffreddore, considerandoli alla stregua di farmaci da automedicazione, ma ancor più numerosi (60%) sono coloro che non completano il ciclo di cura prescritto dal medico perché si sentono meglio o non riscontrano miglioramenti.
 
Risultato: in Europa, e particolarmente in Italia, dal 2000 al 2007 si è registrato un aumento della resistenza dei batteri agli antibiotici (es.: stafilococco aureo, streptococchi, batteri gram-negativi, pneumococco) e un parallelo incremento nel consumo di questa classe di medicinali
 
Per sensibilizzare la popolazione al problema, il ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, l'Agenzia Italiana del Farmaco e l'Istituto Superiore di Sanità promuovono la campagna informativa “Antibiotici sì, ma con cautela”.
 
Cinque le regole suggerite per usare in modo responsabile gli antibiotici, con vantaggio per se stessi e per l'intera collettività:
 
  1. Non prendere gli antibiotici in caso di raffreddore e influenza. Raffreddore e influenza sono malattie virali e gli antibiotici possono curare solo le infezioni batteriche.
  2. Assumere gli antibiotici solo dietro prescrizione del medico. Non è facile distinguere tra una infezione virale e una batterica. Il tuo medico può farlo in base ai sintomi presenti e alla sua esperienza e quindi se necessario prescriverti l'antibiotico giusto.
  3.  esattamente tempi e modi di somministrazione indicati dal medico. Gli antibiotici funzionano solo se sono presi nelle dosi giuste e nei tempi stabiliti. Questo contribuisce anche a minimizzare il rischio di effetti collaterali e dell'insorgenza di antibioticoresistenza.
  4.  interrompere il trattamento in anticipo. Anche se i sintomi sono scomparsi, è possibile che l'infezione non sia completamente guarita. Quindi segui tutto il trattamento sino alla fine come prescritto dal medico.
  5.  cambiare l'antibiotico di propria iniziativa. Non tutti gli antibiotici sono uguali, in quanto possono avere un diverso spettro di attività, cioè essere capaci di uccidere alcune specie di batteri e non altre. Solo se necessario il tuo medico può prescriverti un antibiotico diverso.
 
 

Fonte: AIFA ISS

Ti pu? interessare...

Categoria: sigaretta elettronica

28 maggio 2013L'unica sigaretta elettronica approvata dalla Lega Italiana Anti Fumo!!

Categoria: sigaretta elettronica
 

Influenza 2013: sintomi, consigli e rimedi naturali

19 gennaio 2013 Le previsioni sono confermate e sostengono che fra due settimane circa arriverà anche in Italia il picco del nuovo ceppo influenzale che ha già messo a letto milioni di americani. 
 

Influenza 2013: sintomi, consigli e rimedi naturali
 
 
 
 
Back to Top